P2P anonimo? Installiamo GNUnet!

gnunet

Le recenti restrizioni attuate da molti governi sul file sharing, hanno stimolato molti programmatori a cercare nuove vie per condividere i loro file al riparo da occhi indiscreti. Un progetto degno di attenzione è GNUnet, nato il 6 Novembre 2001 come un network totalmente decentralizzato avente come primo obiettivo la privacy dei suoi membri. Il programma si divide in un server gnunetd e in un client grafico facoltativo gnunet-gtk per la gestione dei processi. La sicurezza viene raggiunta tramite una cifratura sia in entrata che in uscita con AES-256, un cifratore in grado di offrire un ottimo compromesso fra velocità e sicurezza. L’anonimato viene garantito sia sui contenuti trasmessi che sull’IP dei nodi a noi vicini che non ci sarà mai noto.

Le connessioni fra gli utenti vengono effettuate tramite la porta 2086 TCP/UDP ed è in grado di lavorare in macchine aventi firewall e protocollo NAT attivo. Una particolarità degna di curiosità, è il sistema economico di distribuzione del lavoro mirato a distribuire le richieste su tutta la rete valorizzando gli utenti che mettono a disposizione maggiori risorse.

Il software viene rilasciato sotto licenza GPL e pronto all’uso in Debian, Ubuntu, Suse, Solaris, FreeBSD e Win. Ma passiamo ora alla parte pratica di installazione e configurazione!

Installazione

Prepariamo la nostra macchina con le adeguate librerie:

sudo apt-get install extract libextractor-plugins libextractor1c2a

Scarichiamo e installiamo nella sequenza i pacchetti: gnunet-common, gnunet-client, gnunet-daemon. gnunet-tools, gnunet-gtk. Per fare questo è necessario editare la souces.list.

sudo nano /etc/apt/sources.list

deb http://ppa.launchpad.net/teamgnunet/ubuntu hardy main
deb-src http://ppa.launchpad.net/teamgnunet/ubuntu hardy main

Tutte le impostazioni che ora daremo, devono essere esportate al server gnunetd e nello specifico nel file /etc/gnunetd.conf tramite il comando gnunet-update. Questo comando risulterà particolarmente importante per rendere effettive le modifiche alle nostre impostazioni.

Apriamo ora la shell, facciamo il login da root ed eseguiamo il wizard grafico per configurare GNUnet. Particolare attenzione meritano le sezioni:

  • Computer cannot receive inbound connections
  • User account, Group [lasciato vuoto entrambi]

gnunet-setup -d wizard-gtk

Testiamo le impostazioni di connessione in locale e in remoto e aggiorniamo il file gnunetd.conf:

gnunet-transport-check
gnunet-transport-check -p
gnunet-update

Per visualizzare e modificare tutte le impostazione utilizziamo il tool di configurazione:

gnunet-setup -d gconfig
gnunet-update

Avviamo il server:

gnunetd

Avviamo il client grafico da utente normale:

gnunet-gtk

Una volta avviato il server da root, sarà possibile interfacciarci tramite qualsiasi utente. Personalmente ho riscontrato qualche problema nell’accreditare i permessi di esecuzione del server ad un utente normale, quindi sono ben disposto ad integrare la guida nel caso qualcuno ci sia riuscito. Nel caso in cui vengano riscontrati errori digitando la sequenza di comandi sopra indicata, sono volentieri a disposizione per provare a correggerli.

Il Team di GNUnet sta sta lavorando a pieno ritmo a questo progetto e da come si può leggere dalla home sono ben accetti gli aiuti.

Una risposta a P2P anonimo? Installiamo GNUnet!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: